Venerdì 14 marzo, nell’elegante cornice del Foyer storico del Teatro San Carlo di Napoli, si è tenuto “Giovani Impresa, tutto un altro Sud”, incontro dedicato ai Giovani Imprenditori Agricoli di Coldiretti. Grande l’affluenza di pubblico, con oltre 500 presenze di rappresentati di imprese provenienti da Campania, Calabria, Basilicata, Molise, Puglia e Sicilia, regioni che, con circa 50.000 “giovani” Imprese Agricole e 91 produzioni riconosciute a livello comunitario  (di cui 61 DOP e 30 IGP), rappresentano l’enorme e ricchissimo patrimonio agricolo, turistico ed ambientale del Mezzogiorno d’Italia. I Giovani Imprenditori si sono riuniti nella prestigiosa location per dar voce, come recita il titolo della manifestazione, ad un Sud Italia diverso, in grado di sostenere, oggi, il proprio futuro economico e quello del paese, utilizzando egregiamente tutti gli strumenti messi a disposizione in questi anni dal progetto generale di Coldiretti per la creazione di una  “Filiera Agricola Tutta italiana”. L’importanza di quest’ultima è stata sottolineata da Gennarino Masiello, Presidente di Coldiretti Campania, che nell’intervento di apertura ha ricordato come sia indispensabile allontanarsi da una concezione dell’agricoltura ancora troppo legata a vecchi modelli, per aprirsi ad una visione innovativa dell’intero settore. Il suo intervento è stato seguito da quello dell’On.Paolo Russo, Presidente Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, che ha ribadito l’impegno della politica e delle istituzioni a sostenere e valorizzare la capacità di “fare impresa” propria dei giovani agricoltori. Una capacità che, come affermato da Vito Amendolara, Consigliere per l’Agricoltura del Presidente della Regione Campania Caldoro, rappresenta una grande opportunità di crescita per tutto il Paese. Opportunità sempre più riconosciuta tanto dalla società civile quanto dai media, la cui nutrita presenza all’evento conferma il generale incremento di interesse nei confronti dello sviluppo del settore agricolo. In quest’ottica, l’incontro dei Giovani Imprenditori Agricoli di Coldiretti acquista una valenza storica, ma al contempo fortemente emozionale, divenendo un importante momento per affermare il valore del lavoro svolto e dell’intraprendenza dimostrata: un’occasione per ribadire, come testimoniano le parole di Giuseppe Pecoraro, Delegato Regionale Coldiretti Giovani Impresa Campania, “che è giunto il momento di mostrare una realtà diversa, di far emergere un Sud che non è più la zavorra del Paese”. Molto applaudito il giovane Vittorio Sangiorgio, Delegato Nazionale Coldiretti Giovani Impresa, il cui intervento, seguito a quelli di Tommaso Sodano, Vicesindaco della Città di Napoli, Giuseppe Vadalà, Responsabile Divisione di Sicurezza Agroambientale, Agroalimentare e del Nucleo Agroalimentare e Forestale dello Stato e di Donato Ceglie, Magistrato della Procura Generale di Napoli, ha concluso degnamente i lavori di una giornata che ha visto come protagonisti i giovani e le loro storie.