Gira a pieni giri la macchina organizzativa della Maratona del Matesannio, manifestazione gestita con molta cura nei dettagli e con perizia da parte dell’Asd Maratona del Matesannio.

Grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale di Gioia Sannitica, il sodalizio ciclistico presieduto da Claudio Melillo ha trovato ancora terreno fertile e molte sinergie in ambito istituzionale per promuovere al meglio l’appuntamento in data domenica 18 giugno per la validità di prova dello Scudetto Campano e inserito nel calendario nazionale amatoriale sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana.

 

Gioia Sannitica è sormontato dai Monti Monaco ed Erbano i quali fanno parte del Parco floro-faunistico del Matese; Le origini sono da ricercare nella popolazione di una località chiamata Ercolaneo; quest’ultima venne distrutta all’epoca delle guerre sannitiche, i pochi superstiti furono costretti a spostarsi e si insediarono nelle terre dove si erige l’attuale comune chiamandole Gioja in onore del loro Dio Giano.  Il comune comprende inoltre le frazioni di Auduni, Calvisi, Carattano, Caselle, Criscia e Curti. Il santo patrono del paese è San Michele Arcangelo e si festeggia il 29 settembre.

 

Gioia Sannitica è il cuore pulsante di tutto l’evento granfondistico con partenza alle 8:00 e arrivo in Via Roma, la verifica iscrizioni e consegna dei pacchi gara saranno operative sabato 17 e la mattina di domenica 18 all’interno del centro abitato di Gioia in Piazza Municipio presso le scuole elementari.

 

Confermati i due percorsi che toccheranno le località dell’Alto Casertano e Beneventano con la mediofondo di 84 chilometri e la granfondo di 112,5 chilometri che transiteranno in comune in cima a Bocca della Selva ad un’altitudine di 1409 metri.

 

Fino a venerdì 16 giugno ci sarà ancora la possibilità di potersi iscrivere a 30 euro per tutti e solo per gli abbonati allo Scudetto Campano alla cifra promozionale di 25 euro.