Tutto pronto al Palatedeschi di Benevento per l’attesissima tappa della straordinaria tournée de “Il Principe Abusivo”, l’adattamento teatrale dell’omonimo successo cinematografico interpretato e diretto da Alessandro Siani in scena domani, mercoledì 12 aprile, nel palazzetto sannita, eccezionalmente trasformato in un ‘gran teatro’ della comicità da 2.500 posti. Ancora pochi i tagliandi disponibili per i vari settori allestiti al Palatedeschi, acquistabili anche nella data dello spettacolo direttamente ai botteghini del Palazzetto, aperti dalle 17. L’accesso nella struttura sarà consentito dalle ore 19, lo show avrà inizio alle 21.

Un appuntamento da non perdere con la commedia dei record, che dopo aver sbancato i box office con una versione cinematografica che ha fatto ridere tutta la nazione, è riuscita a trasformarsi in una incredibile pièce da palcoscenico, grazie all’incredibile vis comica del suo creatore, Alessandro Siani, che torna in scena per abbracciare da vicino il proprio pubblico, e all’indiscutibile maestria di Christian De Sica, icona del teatro brillante italiano.

La loro alchimia, che ha già trascinato il pubblico nelle sale, si sprigiona ancor più potente in questa versione da palcoscenico, ricca di novità grazie anche della continua ricerca di effetti comici tra i due protagonisti, sempre attenti ad arricchire i propri personaggi di sfumature e di trovate per far divertire gli spettatori. La trasformazione del plebeo Antonio de Biase, interpretato da Siani, con l’aiuto, inizialmente diffidente, del rigido ciambellano Anastasio, cui dà anima e corpo De Sica, resta la base intorno cui si costruiscono equivoci e trovate divertenti, momenti di romantico trasporto e scambi brillanti, in un continuo fluire di battute che vedranno i due personaggi principali sempre più complici e sempre più simili. Il ‘savoir-faire’ partenopeo del ‘principe abusivo’ travolgerà il compassato mondo degli ‘asettici’ reali, rompendo le barriere di classe e diventando occasione per divertirsi e, anche, riflettere sui pregiudizi di cui siamo sempre vittime e ‘carnefici’. Uno spunto sempre attuale per dar vita a quella «favola moderna che parla di ricchezza e povertà», sempre sorprendente e mai sopra le righe, che Siani ha voluto ideare per il proprio pubblico.

Il tutto condito da momenti musicali, tra cui anche il celeberrimo rap “Frat cos cos” nato da una gag di Siani e ‘consacrato’ dal successo di Clementino, resi possibili dalle musiche di Umberto Scipioni, autore anche delle liriche e dei testi originali. In scena con Siani e De Sica anche di Elena Cucci (la principessa), Luis Molteni (il Re), Stefania de Francesco (la cugina Jessica), Ciro Salatino (il principe Gherez) e ancora Antonio Fiorillo, Lello Musella, Deborah Esposito, Marta Giuliano, Claudia Miele, Gianni Parisi, Giovanni Quaranta, Alessio Schiavo, Mario Uzzi. Le scenografie sono di Roberto Crea, il disegno luci di Ciro Ascione, mentre le coreografie sono firmate da Marcello Sacchetta e i costumi da Eleonora Rella. Il tour è prodotto da Tunnel Cabaret.