Un primo tempo equilibrato, una ripresa in cui si è sprecato troppo. In sintesi questo ciò che è successo al Palabutangas di Moteruscello tra i padroni di casa della Virtus Flegrea e il Cus Avellino C5. 4-4 il risultato finale, con i lupi ce sono riusciti ad agguantare il pari in zona Cesarini grazie a due gol firmati Terracciano e Milito.

Nel primo tempo, i padroni di casa passano in vantaggio al 24’ con Sirico, a cui replica dopo tre giri di lancette Auricchio, sfruttando una ripartenza in superiorità numerica. Nella ripresa, Avellino passa in vantaggio con Galeotafiore che conclude a rete una triangolazione veloce e perfetta. A questo punto, Avellino potrebbe ingranare la marcia giusta, ma sono i legni a dire di no. A riscossa flegrea non tarda ad arrivare e in dieci minuti Carcatella, Sirico e Ciscognetti mettevano una seria ipoteca sulla vittoria finale portandosi al 60’ sul 4-2. Avellino negli ultimi cinque minuti schiera Erba portiere di movimento, mossa azzeccata da Carbone perché, se da  un lato la difesa resta scoperta, dall’altro la velocità di Erba sull’out destro lascia spazio al centro per Parente che si veste da player e mantiene in mano le redini del gioco. I lupi costruiscono bene e in sessanta secondi affondano due colpi ben assestati con Terracciano e Milito che permettono alla formazione irpina di addivenire al pari. 4-4 alla fine della gara, con Venezia e soci attesi da un match difficile sabato prossimo tra le mura amiche contro il Sant’Erasmo.