COMUNICATO STAMPA 
Giovani Udc Avellino: solidarietà a Giordano e Bianchino
«Come movimento giovanile siamo vicini ai sindaci di Montoro Mario Bianchino e di Monteforte Costantino Giordano e ai consiglieri Carmine Tomeo e Katia Renzulli. Fare politica significa poter esprimere liberamente il proprio pensiero e la propria legittima azione politica sul territorio a beneficio della collettività, quindi condanniamo ogni atto di intimidazione che potesse condizionare l’operato di chi si impegna quotidianamente per la propria comunità, ecco perché gli episodi di minaccia e di intimidazione nei confronti dei Sindaci Bianchino e Giordano sono atti vili e da condannare fermamente», ha dichiarato Antonio De Cola componente dei giovani Udc di Avellino e membro del comitato provinciale del partito in Irpinia. «Invitiamo i sindaci Bianchino e Giordano a continuare il loro lavoro nei rispettivi comuni, con la determinazione e con l’entusiasmo di sempre, perché solo continuando ad operare nel rispetto delle regole si potranno sconfiggere i vari atti di intimidazione e di minaccia che nei mesi scorsi hanno visto come destinatari anche i consiglieri di minoranza di Grottolella. Ribadiamo la nostra vicinanza e la nostra solidarietà a chi ha dovuto subire minacce e intimidazione varie, invitando gli organi preposti, in primo luogo la Procura di Avellino ad avviare indagini in merito, perché la libertà di azione politica direttamente prevista dalla Costituzione negli articoli 48 e 49 possa essere sempre garantita è tutelata», ha aggiunto Marco Grossi, consigliere comunale al comune di Grottolella e responsabile comunicazione giovani Udc Avellino.