L’A. S. D. ACCADEMIA DEL TAEKWONDO diretta dal M ° Gianluca D’Alessandro ha schierato in campo ben 13 atleti. Il primo a scendere sul campo di è stato Pietro Pilunni che si è subito imposto contro il suo avversario per 19 a 5. Da lì per Pietro è iniziata la scalata verso il gradino più alto del podio. Dopo ben quattro incontri per lui è oro. A seguire è stata la volta di Nicolò Lisena alla sua prima esperienza di gara. Lisena ha perso per 18 a 15 in un incontro molto equilibrato dove però il suo avversario è riuscito ad avere la meglio allo scadere del tempo, sarà per la prossima volta. Ottima la prestazione di Veronica Koreba, anch’essa alla prima esperienza di gara che dopo aver superato le prime avversarie esce di scena in semifinale e conquista un ottimo bronzo.  Argento per Santelia Erasmo che conquista un argento superando i gironi di eliminazione con gran carattere.  Si va verso la pausa pranzo ed alla ripresa degli incontri cioè alle ore 14 : 00 a scendere sul campo di gara per la categoria – 37Kg è stato Balestrieri Marcello il quale non riesce a superare il suo avversario, anche se la sua prestazione lascia ben sperare per il futuro.  Scena diversa per la categoria – 49 Kg che vede al primo incontro i due veterani della scuola del M° D’Alessandro,  Capone Christian e Lombardini Danilo che si ritrovano per un errato sorteggio a sfidarsi al primo incontro.  Vince Capone al Golden Point arrestando così la corsa del compagno di squadra,  tanta amarezza sia per il vincitore che per il vinto ma nelle gare si sa vinca il migliore…  Sì va alla categoria – 41 Kg con Mark Demidont il quale effettua un incontro incredibile ma a pochi secondi dalla fine paga per una distrazione,  lasciando così il campo di gara con tanta amarezza.  Dopo Demidont sale sul campo sempre per la categoria – 41 Kg.  Carenza Raffaele che vince alla grande contro il suo avversario dimostrando di essere cresciuto molto dal punto di vista tecnico. Inizia alla grande la sua gara anche Umberto Carenza nella categoria – 53 kg che dopo qualche errore iniziale ritorna sui suoi passi e supera bene il suo primo incontro. A seguire sul campo per il secondo incontro ancora Raffaele Carenza che con un colpo di grande livello tecnico mette KO il suo avversario.  Raffaele dopo questa azione dispiaciuto dell’accaduto decide di ritirarsi come segno di sportività nei confronti dell’atleta avversario rinunciando così ad una medaglia meritatissima. Ottima la prestazione anche di Carmine Genovese che dopo tre incontri conquista una preziosissima medaglia di bronzo. Finale di fuoco per Pilunni Alessandro e Carenza Umberto. Il primo cede l’oro al suo avversario per qualche errore di troppo.  Grandissima finale invece per Umberto Carenza che solo per un punto sfiora il gradino più alto del podio.  A fine giornata facendo il bilancio della gara c’è da essere più che soddisfatti non solo per le 6 medaglie conquistate ma soprattutto per le prestazioni dei ragazzi che hanno dimostrato grande tecnica e soprattutto una lucidità mentale da grandi atleti.