L’amministrazione comunale di Guardia Lombardi, unitamente ai sindaci, all’UNPLI e Associazioni dei paesi limitrofi, con la collaborazione del gruppo di promozione turistica Carmasius è fiera di partecipare come comune tappa a questo progetto di valorizzazione e rilancio delle zone interne dell’Appennino, che vede coinvolti circa trecento Comuni distribuiti da Nord a Sud Italia.

“Appennino Bike Tour, il Giro dell’Italia che non ti aspetti”. È questo il nome dell’iniziativa promossa dal Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, da Confcommercio Imprese per l’Italia, da Confcommercio Ascom Bologna e da Vivi Appennino. Questa seconda edizione 2018 vede protagonista il Campione Italiano Ultracyclist Omar Di Felice, vincitore delle più importanti competizioni internazionali del settore e autore di viaggi estremi nel mondo.

Il campione Di Felice si cimenterà in una nuova impresa: percorrere in soli undici giorni, dal 4 al 14 aprile, gli oltre 2.600 chilometri della Ciclo-Via Appenninica. Ogni giorno verranno effettuate quattro soste, una per ciascuno dei 43 Comuni Tappa. Un evento che abbinerà la passione per lo sport alle peculiarità del territorio, permettendo di scoprirne le eccellenze tra borghi, riserve naturali, castelli, eventi e con un’attenzione particolare alle specialità enogastronomiche in occasione dell’Anno del Cibo Italiano.

La tappa di lunedì 9 Aprile 2018 rappresenta l’unica occasione in Alta Irpinia per assistere al passaggio della carovana ciclistica che giungerà a Guardia Lombardi intorno alle ore 10:45, provenendo da Pietrelcina per arrivare a Pietrapertosa, passando per Muro Lucano e Abriola.

Il Campione sosterà 30’ con firma di autografi e saluto alla cittadinanza. Interverrà il Direttore di “Vivi Appennino” Enrico Della Torre, per presentare il Piano di Sviluppo Sostenibile della Dorsale 2018-20.

Ad accogliere Omar Di Felice e il suo gruppo ci saranno istituzioni, appassionati del settore, gli alunni del IC Criscuoli di Guardia Lombardi, produttori locali con le loro tipicità, le pro loco e il gruppo di promozione turistica Carmasius.