Al centro sociale di Aiello del Sabato va in scena la solidarietà con gli utenti della casa alloggio ” Il sole, la luna”, protagonisti di un pomeriggio tra teatro e arte a chiusura di un ricco anno di attività ricreative e culturali.

Ad aprire la manifestazione e accogliere il pubblico, la responsabile della residenza socio-sanitaria, la dott.ssa Katia Abate che ha spiegato il senso dell’evento ed elogiato particolarmente le energie e la forza d’animo e la voglia di mettersi in gioco dei ragazzi: ” Con questo saggio si è cercato di dare valore ai gesti e messo al primo posto l’azione e il movimento, a cui si aggiungono le  emozioni e le parole,  con lo scopo di comunicare e trasmettere passione e forza d’animo. Lo spettacolo è nato insieme a loro , con gli stimoli ricevuti da ognuno e considerando le loro reali potenzialita’ . Pochi elementi caratterizzano le scene, volutamente, per dare maggiore risalto all’interpretazione, e all’ esternazione delle emozioni interiori e  al loro talento per la prima volta svelato su un palcoscenico”.

Un’occasione  di grande soddisfazione per il docente del laboratorio teatrale, l’attore Nicola Mariconda,   che ha definito il gesto come “un linguaggio parallelo alla parola messo in pratica attraverso il gioco, la passione e il divertimento . Con questo spirito si sono svolti gli incontri  settimanali di teatro con il dovere di lavorare alla pari e comprendere le caratteristiche e i caratteri di tutti. Con loro è stato un dare e avere e il regalo piu’ gratificante è stata la loro voglia di imparare e apprendere “.

A seguire  l’intervento del maestro del laboratorio d’arte, l’artista Generoso Vella, da tre anni al servizio della casa alloggio con lezioni di tecniche artistiche capaci di ” soddisfare i bisogni di espressione, di immaginazione, di condivisione e di crescita umana , attraverso la conoscenza  di metodi di lavoro e tecniche diverse  come la cartapesta, l’argilla, il mosaico, la pasta di sale, il disegno.  Un modo per trasmettere positività, spirito di solidarieta’ e del dovere  che hanno trovato concretezza in  opere molto colorate, accurate e soddisfacenti “. Un impegno portato avanti con tanta delicatezza e costanza, grazie anche al contributo di Lina Vella, laureata in Storia e critica d’arte.

Presente all’evento anche l’ Assessore alle Pari Opportunità, l’Arch. Rita Iannaccone, che ha affermato “l’importanza di far sentire bene gli altri, avere rispetto per il prossimo e soprattutto chi ha bisogno “ invitando all’impegno sociale, all’integrazione e al bene collettivo e  sottolineando  quanto l’amministrazione comunale sia attenta a questi obiettivi e a  incoraggiare il lavoro della casa alloggio.

Davanti a un pubblico di parenti e di amici sono state interpretate alcune famose scene di Toto’, uno sketch di Vincenzo Salemme dal film ” L’amico del cuore” e una divertentissima versione della Signora delle Camelie portata al successo da Gigi Proietti.

Fondamentale nel backstage il contributo degli operatori della struttura e in particolare  di Daniele Damaso nel ruolo di tecnico di palco.

Un pomeriggio organizzato appositamente per premiare la buona volontà e il coraggio degli ospiti della struttura ‘’ Il sole, la luna’’,  per la prima volta su un palcoscenico e  autori, nello stesso tempo, di originali e colorate opere d’arte. Una manifestazione in cui ha vinto la voglia di fare rete e guardare avanti. Un evento apprezzato da famiglie e da esterni che hanno riempito di complimenti  i protagonisti della giornata, i responsabili del centro socio- sanitario e i docenti dei laboratori. Una grande squadra che lavora per il bene di venti ragazzi aiutati costantemente a raggiungere una situazione di normalità e un avvicinamento a una riabilitazione totale e a un miglioramento interiore.