Il karate del maestro Luciano Natalino contro la violenza sulle donne

Il karate del maestro Luciano Natalino contro la violenza sulle donne. Il maestro di karate Luciano Natalino, questa mattina, in occasione di un incontro promozionale di difesa personale femminile presso la sede dell’a.s.d. Bellessere di Volturara Irpina del presidente Luca Trotto, ha affrontato il tema della violenza fisica, ma anche morale sulle donne.

Il motivo della violenza contro le donne può essere rintracciato  nella disuguaglianza dei rapporti tra uomini e donne.

Amore e violenza sono tra loro incompatibili e non c’è amore tra quell’uomo che tenta di soggiogare e sopraffare la sua donna per essere amato e compreso.

La violenza sulle donne è un fenomeno sociale ingiustificabile. Per contrastare comportamenti ingiustificati come la violenza sulle donne occorre agire sulla prevenzione, attraverso l’educazione dei giovani al rifiuto della violenza in genere.

Una proposta innovativa per fronteggiare il problema della violenza contro le donne consiste nell’inserimento delle arti marziali e quindi del karate  nelle scuole, poiché tale inserimento produrrebbe un incremento di ragazze e ragazzi capaci di difendersi e la tendenziale riduzione di soggetti che con la violenza si trovino a sopraffare quelli più deboli, portando ad una riduzione generalizzata del fenomeno della violenza contro le donne.

Non si deve pensare alle arti marziali come arma per difendersi nel momento in cui si verifica un evento violento ma, al contrario, come potenziale difensivo di tutti, in modo da demoralizzare l’uso della violenza. Un deterrente contro gli eventuali aggressori, prima ancora del verificarsi della violenza.

Questo è un problema serio e va affrontato e non dimenticato affinché si possano evitare i sempre più frequenti eventi di femminicidio che ogni giorno si presentano in ogni parte del mondo.