Al termine della gara tra Avellino e Vis Artena, mister Archimede Graziani ha offerto la sua analisi del match. Una partenza col brivido per i biancoverdi, dovuta al goal su calcio piazzato da parte degli ospiti. “Quell’inizio lì non ci voleva ma ci sta, fa parte del gioco – ha esordito Graziani –  ci ha comunque dato modo di capire dove dobbiamo ancora lavorare. Mi riferisco alle palle inattive, che non abbiamo gestito al meglio.  Tra i nostri calciatori si è distinta sicuramente qualche individualità, Tribuzzi nel suo ruolo naturale ha fatto bene, così come Carbonelli. Abbiamo inoltre concesso a loro in un momento della partita, quando il loro palleggio è aumentato. Nel tentativo di voler riprendere la palla a volte perdiamo il posizionamento collettivo della squadra, ed è un altro aspetto che va migliorato.  Sono comunque contento, non solo per il risultato ma anche per la reazione importante avuta”.

Una partita per volta, in attesa della trasferta di Ostia e del big match in casa con il Trastevere, attualmente primo in classifica con 29 punti rispetto ai 24 dell’Avellino. “Noi oggi – ha spiegato Graziani –  ci prendiamo la buona prestazione ed i tre punti, che era il massimo che potevamo ottenere in questi 90 minuti. Abbiamo fatto il nostro dovere, non guardiamo alle altre. Penseremo al Trastevere quando arriverà qui, tra due domeniche. Il mio obiettivo è, dopo la partita di oggi, ricominciare subito a correggere gli sbagli e farci trovare pronti. La prossima gara fuori casa? C’è sicuramente un trend in casa diverso da quello di fuori, tocca a noi invertirlo”.

Sul finire, una battuta sull’esordio dei due under provenienti dalla Juniores di mister Dario Rocco, vincitrice ieri per 5-1 contro il Nola. “Tra le cose positive di oggi non ci può essere che l’esordio dei due ragazzi – ha concluso Graziani – come ho sempre detto, nella gestione del mio Avellino gioca gente di Avellino ma che se lo merita”.

In conferenza si è presentato anche Nicola Ciotola, tra i migliori dei suoi ed autore del goal del 3-1. “Sono due partite che mi sento meglio fisicamente, partire a fine agosto significa saltare la preparazione e quindi è normale risentirne. Spero di mantenere questo stato di forma e continuare a poter aiutare la squadra. Ciotola ha poi parlato del rigore sbagliato due domeniche fa, al quale hanno fatto seguito due prestazioni importanti. “Dopo il rigore sbagliato mi volevo quasi ritirare – ha scherzato il numero 7 dei lupi – al netto delle battute ero consapevole che peggio di così non poteva andare, di carattere sono una persona equilibrata e so bene che così come non bisogna buttarsi giù nei momenti difficili, non bisogna esaltarsi quando le cose vanno bene. L’importante è tenere la testa sull’obiettivo. La dedica? Diventerò padre per la seconda volta in marzo, quindi il pensiero va a mia moglie, a mio figlio ed alla bimba che nascerà”.

Lo staff tecnico ed i tesserati godranno di due giorni di riposo pieno dal campo (terapia e piscina per alcuni gruppi di lavoro) e si rivedranno allo stadio Partenio-Lombardi mercoledì alle 9.30 per la ripresa degli allenamenti in vista della trasferta di Ostia.

Fonte e foto – www.avellinossd.it