Calcio Avellino, Graziani: “Primato bello, ma non montiamoci la testa”

Tre goal e tre punti per la Calcio Avellino SSD di mister Archimede Graziani, che per la prima volta utilizza sin dal primo minuto un modulo diverso dal 4-4-2 a cui aveva abituato il suo pubblico. “I numeri però – spiega – non vincono le partite. L’atteggiamento invece vince le battaglie ed anche le guerre. Sono contento per come i ragazzi sono scesi in campo, abbiamo calcolato il rischio di avere un uomo in meno a centrocampo ma il lavoro di Michael Ventre in fase difensiva è stato buono e ci ha aiutato”.

A sbrogliare la partita, Alessio Tribuzzi: “sia lui che Tompte hanno il passo per essere incisivi e decisivi, li ho schierati insieme malgrado fossero entrambi due destri ed insieme si sono compensati”.

Ora un giorno di riposo, poi si tornerà Martedì al Partenio per riprendere gli allenamenti, sempre da primi in classifica. “Stare in cima è sempre bello – ha concluso Graziani –  ed ora non ci resta che cercare di restarci il più a lungo possibile. Attenzione però, perchè questo primo posto non significa niente, siamo solo alla quinta giornata. Giorno dopo giorno lavoriamo per mantenerlo quando sarà decisivo”.

Michael Ventre, titolare dal primo minuto, torna sulle richieste di Graziani: “mi ha chiesto particolare attenzione in fase difensiva ed ho giocato tra i reparti. Sono abbastanza soddisfatto della mia prestazione ma voglio fare meglio. Avellino è il posto ideale per stabilizzarsi tecnicamente e personalmente. Sceglierla è stato facile, ad una piazza del genere non si può dire di no“.