Proseguono gli eventi della Settimana Africana Regionale XXI° e ci si avvicina ad uno degli appuntamenti più di rilievo di questa edizione: l’omaggio al Burkina Faso e a Thomas Sankara con lo spettacolo di teatro musicale “Il paese degli uomini integri”.

 

Giovedì 4 ottobre 2018 alle ore 21 dalla Sala Verdi del Teatro della Fortuna l’ONG Tamat di Perugia presenta lo spettacolo di teatro musicale “Il Paese degli uomini integri: omaggio al Burkina Faso”: un racconto di Sandro Cappelletto scritto per la musica di Fausto Sebastiani con Marta Vulpi soprano e i giovani musicisti del Conservatorio di Latina Ottorino Respighi diretti da Francesco Belli.

 

Il paese degli uomini integri” è un viaggio in prima persona che inizia da un guscio d’uovo rotto accanto a una tomba sbrecciata senza fiori in un quartiere nella zona orientale di Ouagadougou e si snoda a ritroso verso Sankara, Presidente del Burkina Faso tra il 1984 e il 1987, assassinato assieme a dodici soldati della sua guardia del corpo il 15 ottobre del 1987.

 

Dopo il concerto una conversazione aperta con il pubblico su Thomas Sankara con contributi da Sandro Cappelletto (La Stampa) Piero Sunzini direttore di Tamat e il giornalista Andrea Chioini.

 

Obiettivo dell’iniziativa nelle parole del coordinatore di Tamat Colomba Damiani: “Avvicinarsi attraverso l’ascolto al paesaggio umano e culturale del Burkina Faso, per ridarci un senso di giustizia delle distanze di questo mondo. Fano confina con il Burkina Faso! “

 

L’iniziativa è promossa all’interno di UmbriaMiCo, Festival del Mondo in Comune un progetto itinerante e diffuso sull’educazione alla cittadinanza globale con orizzonte l’Agenda ONU 2030, co-finanziato da Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) e coordinato da Tamat.

Lo spettacolo è in collaborazione con l’Associazione Nuova Consonanza di Roma, Marche Solidali e con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Fano.

 

L’ingresso è libero. 

 

Note tecniche a margine:

Ong riconosciuta da MAECI e AICS, Tamat lavora su diversi temi, tra i quali sicurezza alimentare, agricoltura, turismo responsabile, imprenditorialità sociale, migrazione. Crede nelle persone e nel rafforzamento delle competenze personali, per il miglioramento delle condizioni di vita di ognuno ed è per un mondo più equo e con un approccio di genere. In Africa, America Latina e Balcani, sostiene le organizzazioni e le popolazioni locali per implementare soluzioni di sviluppo sostenibile in ambito sociale, culturale, ambientale ed economico, perché ogni persona, in ogni luogo, possa vivere di risorse e competenze proprie. In Italia e Europa, lavora con la società civile, le istituzioni e le università sui temi legati al perseguimento degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile, Agenda ONU 2030.

 

UmbriaMiCo – Festival del Mondo in Comune è un progetto Tamat Ong supportato dalla Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. Coinvolgendo 22 partner, tra i quali 2 organizzazioni non governative internazionali, la Regione Umbria, 5 Comuni e 2 Università, alla sua prima edizione, vuole essere un’iniziativa faro per mettere in luce il ruolo delle realtà locali dell’Umbria nella cooperazione decentrata e nei rapporti Nord-Sud del Mondo, stimolando al contempo una comprensione critica sui grandi temi globali e sugli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.