La Struttura Tecnica di Missione per l’Attuazione della Delibera CIPE 54/2016 della Regione Campania ha emanato, il 26 marzo scorso, il Decreto Dirigenziale n. 3 con cui viene approvato l’Avviso Pubblico per la manifestazione di interesse alla presentazione di progetti coerenti con i programmi di intervento sulla viabilità regionale finanziati con le risorse F.S.C. (Fondi Sviluppo e Coesione) 2014-2020 di cui alla Delibera CIPE 54-2016.

«Ancorché con increscioso, inqualificabile ritardo – commenta il presidente di FederCepi Costruzioni, Antonio Lombardi – ancora una volta viene data alle amministrazioni locali una concreta opportunità di finanziare interventi infrastrutturali e di riqualificazione e manutenzione viaria, da far valere su fondi europei della nuova programmazione. Si tratta, in particolare, di 11,5 miliardi di euro utilizzabili per interventi stradali, nel settore ferroviario, per il trasporto urbano e metropolitano, per la messa in sicurezza del patrimonio infrastrutturale esistente o, più in generale, per altri interventi infrastrutturali, la sicurezza, la mobilità multimodale e sostenibile, l’accessibilità ai nodi urbani, il rafforzamento dei nodi secondari ma anche il rinnovo del trasporto pubblico locale ferroviario e su gomma. Ancora una volta è necessario però uno scatto di orgoglio, di efficienza e di tempismo, da parti delle pubbliche amministrazioni locali, Comuni e Consorzi ASI innanzitutto, affinché anche questa ennesima opportunità non sfumi e non rimanga inutilizzata. Sindaci e amministratori – spesso efficientissimi nel sollevare doglianze e rivendicazioni finanziare – hanno ora l’ennesima concreta, tangibile opportunità di finanziare interventi a condizione che le rispettive amministrazioni si caratterizzino per progettualità, efficienza burocratica, tempismo.

Auspichiamo che questa possibilità non cada nel vuoto e che anzi possa essere inserita nel quadro di un progetto complessivo di riqualificazione infrastrutturale della Campania in generale e della provincia di Salerno in particolare, che sconta non poche situazioni di estremo degrado, inefficienza inadeguatezza, gap infrastrutturale».

Il CIPE, con delibera del 1° dicembre 2016 n. 54, ha approvato il Piano Operativo Infrastrutture FSC 2014/2020 che ha come obiettivo strategico quello di migliorare la rete stradale e ferroviaria favorendo l’accessibilità ai territori e all’Europa superando le strozzature nella rete con particolare riferimento alla mobilità da e verso i nodi, nonché alla mobilità nelle aree urbane e provvedere alla messa in sicurezza del patrimonio infrastrutturale per una mobilità sicura e sostenibile. Il Piano Operativo è ripartito in sei Assi di Intervento:

  1. Interventi stradali
  2. Interventi nel settore ferroviario
  3. interventi per il trasporto urbano e metropolitano
  4. messa in sicurezza del patrimonio infrastrutturale esistente
  5. E altri interventi
  6. rinnovo materiale trasporto pubblico locale-piano sicurezza ferroviaria.

Per accedere a tali opportunità di finanziamento, il Decreto Dirigenziale della Regione Campania ha emanato un avviso pubblico, con un modello di istanza per la presentazione di una manifestazione d’interesse da parte degli Enti Locali, sia in forma singola che associata, Consorzi ASI, concessionari del MIT per la gestione delle reti stradali di interesse nazionale.

La Delibera CIPE 54 2016, cui si riferisce il Decreto Dirigenziale regionale, prevede una dotazione finanziaria di 11.500 milioni di euro a valere sulle risorse FSC 2014-2020, destinate all’area tematica “Infrastrutture” che prevede, in dettaglio:

  1. Interventi stradali con risorse finanziarie a disposizione pari a 5.331 mln di euro;
  2. Interventi nel settore ferroviario con risorse finanziarie a disposizione pari a 2.056 mln di euro;
  3. Interventi per il trasporto urbano e metropolitano con risorse finanziarie a disposizione pari a 1.218 mln di euro;
  4. Messa in sicurezza del patrimonio infrastrutturale esistente con risorse finanziarie a disposizione pari a 1.315 mln di euro;
  5. Altri interventi (le cui linee d’azione riguardano la sicurezza delle infrastrutture, la mobilità multimodale e sostenibile in ambito regionale ed in ambito urbano, l’accessibilità ai nodi urbani, il rafforzamento dei collegamenti dei nodi secondari alla rete TEN-T per le isole maggiori) con risorse finanziarie a disposizione pari a 280,00 mln di euro;
  6. Rinnovo materiale del trasporto pubblico locale ferroviario e su gomma – Piano sicurezza ferroviaria con risorse finanziarie a disposizione pari a 1.300,00 mln di euro.

La Giunta Regionale, con la deliberazione n. 104 del 20/02/2018, ha individuato, nell’ambito del predetto Piano, il seguenze programma di intervento:

Asse tematico

A. Interventi stradali

Interventi di adeguamento e razionalizzazione della rete stradale Programma d’intervento per il servizio di tipo metropolitano nell’agro Nocerino- Sarnese Provincia di Salerno: Scafati, Sarno, Siano, San Valentino Torio, San Marzano sul Sarno, Sant’Egidio del Monte Albino, Roccapiemonte, Pagani, Cava dei Tirreni, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Corbara, Castel San Giorgio, Bracigliano, Angri.

Città Metropolitana di Napoli: Striano e

Poggiomarino.

Asse tematico

D. Messa in sicurezza del patrimonio infrastrutturale esistente

Interventi per il potenziamento del trasporto rapido di massa nelle aree urbane e metropolitane, completamenti di itinerari già programmati/nuovi itinerari Programma per la messa in sicurezza delle reti stradali provinciali e comunali – I fase Tutti i comuni della Campania
Completamento di itinerari a fronte dei quali sono stati avviati nel passato rilevanti interventi di adeguamento e messa in sicurezza Programma per il completamento, il riammagliamento e la messa in sicurezza della rete stradale a servizio dei 5 Consorzi ASI regionali – I fase Le aree servite da ciascun consorzio di riferimento
Completamento di itinerari a fronte dei quali sono stati avviati nel passato rilevanti interventi di adeguamento e messa in sicurezza Programma per il completamento, il riammagliamento e la rifunzionalizzazione delle infrastrutture per la mobilità interferite dal corridoio ferroviario AV/AC Napoli – Bari – I fase” Provincia di Napoli: Casoria, Caivano, Casalnuovo, Volla, Afragola, Acerra.

Provincia di Caserta: Caserta, Maddaloni, Valle di Maddaloni, S. Felice a Cancello.

Provincia di Benevento: Frasso Telesino, S.Agata dei Goti, Dugenta.

Completamento di itinerari a fronte dei quali sono stati avviati nel passato rilevanti interventi di adeguamento e messa in sicurezza Programma per il completamento, il riammagliamento e la messa in sicurezza della rete stradale di supporto alle attività turistiche dei litorali campani (area domitiana, flegrea, salernitana, cilentana) – I fase Provincia di Caserta: Cancello ed Arnone, Carinola, Castel Volturno, Cellole, Falciano del Massico, Francolise, Mondragone, Parete, Sessa Aurunca e Villa Literno.

Città Metropolitana di Napoli: Bacoli, Giugliano in Campania, Monte di Procida, Pozzuoli.

Provincia di Salerno: Vietri sul mare, Maiori, Amalfi, Minori, Ravello, Cetara, Praiano Scala, Furore, Atrani, Conca dei Marini, Salerno, Battipaglia, Eboli, Agropoli, Ascea, Camerota, Capaccio, Casal Velino, Castellabate, Centola, Ispani, Montecorice, Pisciotta, Pollica, San Giovanni a Piro, San Mauro Cilento, Santa Marina, Sapri, Vibonati.

Asse tematico

E. Altri interventi

Miglioramento della mobilità multimodale in ambito regionale ed urbano Interventi per il sistema di mobilità del litorale domizio Provincia di Caserta: Cancello ed Arnone, Carinola, Castel Volturno, Cellole, Falciano del Massico, Francolise, Mondragone, Parete, Sessa Aurunca e Villa Literno.

Provincia di Napoli: Bacoli, Giugliano in Campania, Monte di Procida, Pozzuoli.

Miglioramento della mobilità multimodale in ambito regionale ed urbano Infrastrutture per la mobilità a supporto delle Universiadi Le aree afferenti ai luoghi di realizzazione dell’Universiade

 

Le domande di partecipazione dovranno essere compilate ed inviate esclusivamente on-line, utilizzando i moduli messi a disposizione sul Sistema informativo all’indirizzo: http://acamir.regione.campania.it/avvisostrade dall’8 aprile 2018 fino alle ore 12.00 del 28 maggio prossimi.