ADA e B Solidale avviano a Lampedusa il primo sportello sportivo e sociale per gli anziani

La Federazione Nazionale Associazione per i Diritti degli Anziani – ADA – diventa partner del progetto “The Bridge – Un Ponte per Lampedusa” e avvia contestualmente il primo sportello sportivo e sociale di Lampedusa dedicato agli anziani, ai soggetti socialmente svantaggiati e ai cittadini dell’Isola. Il supporto di ADA, derivante dalla campagna 5×1000, che ha contribuito alla realizzazione del campo di calcio di Lampedusa, ha consentito inoltre alla Federazione, in accordo con il Comune di Lampedusa e Linosa e il Trust B Solidale Onlus, con il supporto di ADA Sicilia e ADA Agrigento, di aprire il primo sportello sportivo e sociale attraverso il quale gli anziani, i soggetti socialmente svantaggiati e i cittadini dell’Isola potranno sviluppare la pratica sportiva sul nuovo campo e beneficiare di una serie di servizi di assistenza a loro dedicati.

 

L’ADA nasce nel 1990, quale associazione di volontariato per la tutela dei diritti delle persone anziane. L’Associazione affronta molteplici problemi riguardanti tutti i cittadini, prevalentemente gli anziani: problemi di natura sanitaria, esistenziali, inter relazionali, familiari, di reinserimento sociale, abitativi, sanitari, rapporti con la pubblica amministrazione e collegati al vivere quotidiano. Inoltre la Federazione, attraverso le risorse raccolte con il 5xmille, seleziona e sostiene dei progetti di rilevante impatto sociale.

 

Il 18 luglio 2017 il Presidente dell’ADA, Alberto Oranges, ha inaugurato a Camerino, Comune fortemente colpito dal sisma del centro Italia, un Centro Sociale Polivalente ADA che sarà donato dall’Associazione al Comune, con l’obiettivo di costituire un punto di socialità e solidarietà per le persone anziane e per tutti i cittadini. Con i medesimi presupposti ADA ha scelto di destinare parte del ricavato dalla campagna 5×1000 al progetto su Lampedusa.

 

ADA si aggiunge alla squadra di sostenitori – Lega B, Lega Serie A, Enel Cuore Onlus, Poste Italiane, Istituto per il Credito Sportivo e AIC Onlus – che hanno permesso la realizzazione del campo di Lampedusa.