In considerazione dei sempre più frequenti fenomeni sismici devastanti e dello stato di allerta ormai pressoché costante nel nostro territorio, nel quadro delle attività e dei progetti promossi e da promuovere per la salvaguardia e la tutela della natura, dell’ambiente e dell’uomo, il convegno dal titolo “Terremoti e rischio sismico, prevenzione e sicurezza” tenutosi ieri, 16 settembre 2016, organizzato dalla locale associazione la Coccinella, è stato un grande successo per i cittadini di Gesualdo ed irpini presenti.

 

La volontà da parte dell’Associazione di offrire ai cittadini informazioni utili nella gestione dell’emergenza, la documentazione degli effetti prodotti dai terremoti nei territori, negli insediamenti, nelle infrastrutture e nel patrimonio storico e culturale, non è passata inosservata. Un’occasione propizia per fare il punto sulle azioni, le misure e le strategie da perseguire per la prevenzione del rischio, alla luce delle conoscenze ed esperienze acquisite da alcuni enti e professionisti a seguito dei vari eventi sismici succeduti negli anni.

 

Tra i relatori presenti il dott. Giovanni Varallo (Dipartimento della Protezione Civile Regione Campania), l’arch. Concetta Mattia (Componente ANPAS Nazionale), l’Ing. Nicola Caruso, il geologo Giuseppe Pasquale e professionisti locali. Presente il mondo dell’associazionismo gesualdino, tra cui i rappresentanti dell’ANPAS (maggiormente coinvolta dal tema trattato per le attività svolte), dell’Astrea, della Proloco e del cooperativismo sociale tra cui Guido.

 

Grazie alla disponibilità e competenza dei relatori è stato trattato l’aspetto tecnico-professionale del rischio sismico ed idrogeologico, l’importanza del piano di evacuazione comunale, sono stati trattati nello specifico i vari componenti del servizio nazionale della Protezione Civile, con i vari livelli territoriali e funzionali che permette ai rappresentanti di ogni ‘funzione operativa’ – Sanità, Volontariato, Telecomunicazioni, ecc – di interagire direttamente tra loro ai diversi ‘tavoli decisionali’ ed è stata sottolineata l’importanza delle sale operative dei vari livelli come il Centro Coordinamento dei Soccorsi (CCS), il Centro Operativo Comunale (COC) ed il Centro Operativo Misto (COM) che hanno lo scopo di avviare in “tempo reale” i processi decisionali collaborativi. Varie volte sollecitata da parte dei relatori la fase preventiva ed informativa per i cittadini, che confondono troppo spesso la prevenzione con il fatalismo.

 

Durante il convegno tanti gli interventi del pubblico presente, tra i quali si sono distinti quello di una signora, nonché madre, che ha chiesto ai relatori se ci fosse l’antisismicità e l’agibilità per gli edifici scolastici presenti ed attivi sul territorio di Gesualdo e quelli di un ragazzo che ha chiesto le responsabilità civili e penali in riferimento alla certificazione di antisismicità delle strutture pubbliche e all’attuazione del piano di evacuazione comunale.

Alle domande non ci sono state risposte concrete e pratiche in quanto, nonostante l’invito da parte della Associazione Coccinella, erano assenti il Sindaco, l’Assessore alla Protezione Civile, tutti gli amministratori dell’attuale maggioranza ed inaspettata non presenza dei funzionari incaricati dell’ufficio tecnico comunale.

 

Lo scopo principale dell’associazione Coccinella è quella di informare, cercando di sensibilizzare le istituzioni a prendere le dovute iniziative tese a garantire una macchina organizzativa efficiente per rassicurare alla cittadinanza risposte concrete ma le responsabilità della gestione pubblica spettano e restano sempre e solo degli amministratori che in questi casi, al di la degli impegni politici o personali presi, avrebbero dovuto esserci per condividere con i cittadini e le associazioni problemi, dubbi e speranze ed illustrare le opere, la programmazione e la progettazione in rispetto del dovere istituzionale, del senso civico e della buona deontologia politica”