Lo chef Antonio Langella si è aggiudicato il 1° contest di cucina C.R.E.I. Circolo Ricreativo Enogastronomico Italiano con la sua creazione “In pesca di crostacei” carpaccio di gamberoni e scampi conditi sale,pepe e olio evo, su crumble di pesca con riduzione di percoca in vino Taurasi docg. Piazza d’onore per Antonio Di Somma con un piatto realizzato con stoccafisso a bassa temperatura e affumicato con trucioli di melo e rum, con vellutata di lenticchie e nero di seppia e cialda di riso alle alghe. Gli altri chef in gara: Gianmaria Marseglia, terzo, Michele Mazzocchi, Vincenzo Nappi, Luca D’Ambra. Nella categoria amatoriale si è imposto Francesco Finizio su Mariangela Correa e Mauro Poddie, con lo scialatiello irregolare con salsa di zucchina bianca, pepe, mantecato con burratina di bufala, polvere di mentuccia su vellutata di cozze. Visibilmente soddisfatto lo chef Armando Manzo del ristorante Emozioni a Napoli, patron del C.R.E.I., che ha ideato l’iniziativa con la finalità di valorizzare talenti ai fornelli e le tipicità dei vari territori italiani. Ha fatto gli onori di casa il noto maestro pizzaiolo Vincenzo Oliva che ha condiviso l’idea di Manzo. L’iniziativa è nata in collaborazione con Associazione Gusto in Movimento, S.I.F.  Scuola Italiana di Formazione di Mugnano di Napoli; sponsor Cilento Fruit a Omignano di Vincenzo Falso e Divise e Divise di Nicola Bello al C.so V. Emanuele a Napoli. La giuria era composta dai giornalisti esperti del settore: Maurizio Drago di Padova (presidente), Mariella Morosi di Roma, Federica Pagliarone di Bologna, Carmen Guerriero di Napoli, Alberto De Rogatis di Avellino.
Molto interessante l’appendice finale costituita da due master class a cura di Armando Manzo, che hanno riguardato la realizzazione nonché la rivisitazione di uno dei piatti che mangiavano i Cavalieri Templari. Difatti, nella giornata, è stato anche presentato il progetto: “Il tempio del cibo: viaggio tra storia, miti e religione. Le osterie Templari lungo la via Francigena”. Il progetto si avvale della collaborazione del Circolo con l’ordine templare O.S.M.T.J. 1804 – Ordine Sovrano e Militare del Tempio di Jerusalemme – e l’associazione Gusto in Movimento guidata da Salvatore Lione per la realizzazione de “Al Magnocolo Templare”, ed è stato illustrato dal Gran Maestro Priore d’Italia e Mondiale Gennaro Luigi Nappo e dalla dott.ssa Laura Pedrizzi. Presente anche il presidente della Confederazione Nazionale PMI ITALIA Tommaso Cerciello, alla quale il C.R.E.I. aderisce.