Non conosce soste l’attività caritativa messa in campo dalla Caritas di Salerno Campagna Acerno. Alle tante opere che sostiene sul territorio diocesano, si affiancano quelle internazionali, nei Paesi dove c’è più bisogno di interventi che non abbiano solo una finalità materiale, ma anche e soprattutto umanitaria e spirituale. È in questa ottica che si inserisce la collaborazione con la Fondazione Perrone, operante in Brasile, che si occupa di dare assistenza alle migliaia di bambini poveri e portatori di handicap che sono spesso abbandonati a loro stessi. La Fondazione “Giacomo e Lucia Perrone”, nasce nel 2002 nel nord est del Brasile, nello Stato del Pernambuco, a Jaboatao dos Guararapes, che è una città costiera con 700.000 abitanti e che unita a Recife, conta una popolazione di quasi 3 milioni di abitanti. Grazie al contributo della Caritas di Salerno è stata realizzata una nuova sala/laboratorio dove ospitare i piccoli, intitolata proprio all’ente salernitano.

L’orfanotrofio San Matteo in Libano.

Ma l’impegno missionario della Caritas di Salerno non si ferma qua, è infatti giunto dal Libano un appello del vescovo metropolita di Tiro, Mikhail Abrass, nel quale innanzitutto si ringrazia per quanto già fatto negli anni scorsi, con il sostegno giunto per tramite delle missioni militari italiane, e si chiede un aiuto concreto per l’orfanotrofio femminile di Tibnin. Sappiamo quanto la condizione femminile sia labile in quelle zone, e dunque il direttore don Marco Russo ha ritenuto fare proprio l’appello del prelato e si stanno mettendo in campo iniziative per raccogliere fondi a sostegno dell’iniziativa, da far giungere sul luogo attraverso i nostri militari che operano nella zona. Come segno di gratitudine, l’orfanotrofio sarà intitolato al santo patrono della nostra diocesi San Matteo.