Nello scorso weekend si è tenuta, sul mitico “Circuito Internazionale Napoli” di Sarno, la quarta prova del Challenge Italia Rotax. I due portacolori del KCT salgono sul gradino più alto del podio: nella categoria Rotax junior Kevin Tedesco (#78 su EKS/Rotax) si posizione secondo in gara 1 e poi vince gara 2. Francesco Palladino (#72 BirelArt/Rotax) nella categoria regina, Rotax DD2, sbaraglia l’agguerrita concorrenza conquistando Pole Position, vincendo  gara 1 e gara 2, e segnando il best lap. Condotta di gara impeccabile ed autorevole, in testa dal primo all’ultimo giro in entrambe le gare disputate. Nicola Tedesco, presidente del KCT, non nasconde la propria soddisfazione per il bel risultato conquistato: “Queste sono le giornate che ti ripagano per i tantissimi sacrifici che tutti noi facciamo, quando i nostri piloti tagliano il traguardo vittoriosi tutto il duro lavoro, la stanchezza ed i sacrifici svaniscono in un attimo. Siamo orgogliosi di ciò che riusciamo ad ottenere anche con risorse limitate, spesso ci confrontiamo con delle vere e proprie corazzate, e la vittoria, anche per questo, ha un sapore ancor più dolce.”

Francesco Palladino racconta così il suo successo: “Vincere è sempre bello, vincere a Sarno è stupendo. Il Circuito tempio del Karting mondiale, qui da sempre si svolgono le gare più importanti del mondo e qui hanno corso e vinto tutti i piloti più famosi di F1. La gara è stata più difficile di quanto il risultato in sé non dica. Gareggiare con una temperatura di 35/38 gradi non è bello per nessuno. Ogni turno di test del sabato e le gare della domenica sono state davvero impegnative. La soddisfazione è doppia, oltre al buon risultato della gara, siamo riusciti a coronare l’inseguimento alla vetta della classifica di zona centro-sud. Sarà un campionato avvincente sino all’ultima gara. Ringrazio di cuore il team Laudato Racing per l’ottimo lavoro che fa sia sul kart, e il suo patron Francesco Laudato per la stimolo e la carica che riesce a darmi. Infine, ma non ultimi voglio ringraziare quanti sostengono il nostro sogno, in primis Renato Monaco della VI.MA srl “.

Chiude Kevin: “In gara 1 non sono riuscito ad esprimermi al meglio e quindi non sono riuscito ad impensierire gli avversari, ma in gara due siamo riusciti a far tesoro dell’esperienza e con qualche correttivo di assetto siamo partiti decisi a fare meglio. Ho messo pressione al mio avversario che mi ha preceduto per qualche giro e nel momento in cui mi sentivo pronto ad attaccarlo purtroppo e uscito di pista per un suo errore.”

Il prossimo appuntamento è per il 21 luglio sul circuito di Casaluce.