La grande musica protagonista ieri di “Irpinia Madre Contemporanea” a Montefalcione con il concerto del Sestetto Stradivari, formato da musicisti dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, che ha eseguito un impeccabile “Souvenir de Florence” di Petr Il’ic Cajkovskij emozionando gli spettatori. A introdurre la serata, i saluti dell’ideatrice e organizzatrice della manifestazione, Antonia De Mita, insieme con il direttore artistico Anton Giulio Onofri e il sindaco di Montefalcione Antonietta BelliDomenica 16 giugnola kermesse si sposterà a Montaguto con Marco Berrini che dirigerà il Coro di musica polifonica “EquiVoci” in una performance dal titolo “Ritratti dell’amata” con le musiche di Luca Marenzio, Claudio Monteverdi, Adriano Banchieri e Carlo Gesualdo, il principe della polifonia del Cinquecento e nume tutelare del festival.