E’ iniziata la primavera astronomica, in attesa di quella meteorologica, ed esplode il ciclismo quello pedalato e combattuto…

Domenica 6 alfieri del Circolo Amatori della Bici di Atripalda, sulla scorta delle recenti prime apparizioni agonistiche della stagione (vedi Ariano ed Anagni) hanno deciso di partecipare al Gp di Apertura in quel di Castel Morrone (CE). Il circuito pianeggiante e veloce ha solo alla fine abbandonato la piana di Monte Verna, per approdare ad un duro finale verso l’abitato del centro di terra di lavoro. L’arrivo in salita ha premiato Cesaro su Monzillo. Nonstante il livello dei partecipanti, altissimo, si sono ben distinti, nelle loro batterie Basile, De Pascale, Frongilo, Pescatore, Scarsella e Terrazzano. Un particolare plauso va ad Alex Frongillo e Biagio Terrazzano che mostrano di avere la rara caratteristica di alternare gare veloci a prestazioni di resistenza.

La vera impresa del week end però, in seno al Circolo di Atripalda, l’avevano appena compiuta 4 temerari che si accingevano a terminare la terribile Rando Salerno-Maratea-Salerno coseguendo il brevetto BRM/ACP dopo aver coperto una distanza di 400 km ed un dislivello di 4000 metri.

Le scorse Randonnè del Monte Stella e delle Marine Cilentane di ben 200 km per questi 4 veri cultori della disciplina randagia sono state solo un “veloce” antipasto, in attesa di quello che li attendeva il giorno 19 Aprile. Amatucci, De Cicco, Giaquinta e Viconti hanno pedalato giorno e notte (tra venerdì e sabato) per raggiungere il centro balneare lucano e rientrare a Salerno, pedalando quasi per 24 ore consecutive! 400 km di sport, paesaggi ed esperienze uniche in attesa del nostro grande evento irpino, in programma il prossimo 7 luglio: la Randonnè delle Terre Irpine con partenza ed arrivo in Atripalda.