Il progetto “Vero-Filiera Sostenibile” si arricchisce con un pezzo da novanta nel mondo della gastronomia Made in Italy. Il “Patto di Langhirano” ha sancito ufficialmente l’ingresso nel progetto della prestigiosa azienda “Prosciuttificio Tanara Giancarlo Spa”, una delle regine del prosciutto crudo italiano.

Una selezione del famoso “Parma” potrà fregiarsi del bollino di garanzia “Vero” per i prodotti alimentari che superano uno specifico controllo di origine e qualità, nato da un’idea del professore Vincenzo Peretti e dell’esperto vendita agroalimentare Giuseppe Di Bernardo.Paolo Tanara racconta con entusiasmo il percorso culminato nel “Patto di Langhirano”: “Noi da sempre siamo stati interessati alle collaborazioni e alle sinergie con chi vuole difendere una certa qualità oltre che ai concetti di tradizione e localismi nella produzione di eccellenza. Abbiamo sposato questa iniziativa di Vero-Filiera Sostenibile perché crediamo in un prodotto originale, tradizionale e autentico che deriva da suino italiano allevato ed alimentato secondo quella tradizione che ha fatto grande i prodotti dell’agroalimentare nazionale. Ora vogliamo presentarlo al meglio mettendo la nostra storica esperienza al servizio di questo progetto in cui credo fermamente”.

Un nome importante quello di Tanara, leader della città più importante della produzione del Parma: “Rappresentiamo, senza falsa modestia, un’eccellenza di quella che è l’arte di Langhirano di fare il prosciutto crudo al naturale. Utilizzando cosce di suino nazionale e solo sale. Tanta passione, tanto tempo per avere un prodotto cento per cento naturale che fortunatamente è apprezzato e consumato in tutto il mondo”.

Una storia che parte da lontano. Paolo Tanara ricorda: “Ha preso il via con mio papà Giancarlo più di 65 anni fa. Siamo un’azienda storica di Langhirano. Anche grazie a lui questo centro è diventato famoso nel mondo per la produzione di prosciutti artigianali e di quelli stagionati. Ancora oggi cerchiamo di replicare con la stessa attenzione, la stessa cura e la stessa passione la produzione del nostro prosciutto crudo stagionato qui a Langhirano, sfruttando un’arte ormai centenaria”.

La grande novità è una sinergia per migliorare anche il Prosciutto Crudo prodotto in Campania, come racconta lo stesso Paolo Tanara: “Nelle prossime settimane sperimenteremo anche delle cosce provenienti dalla regione Campania.  Si tratta di un progetto sviluppato in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università Federico II e servirà per caratterizzare sempre di più un prodotto legato a un determinato territorio”.

Una filiera garantita, con un bollino che ne sancisce definitivamente la qualità: “In questo progetto –conclude Tanara- si parla di filiera garantita con suini nazionali di almeno nove mesi di vita prima della macellazione che siano stati allevati con una alimentazione controllata. Le cosce devono avere un peso minimo di 13 chili e la stagionatura deve arrivare almeno a 15 mesi proprio per poter sviluppare quegli aromi e quei profumi che caratterizzano un prosciutto di alta qualità fatto con l’arte salumiera di Langhirano, non accettiamo compromessi. Per ottenere la  marchiatura personalizzata Vero che garantisce al consumatore il rispetto di questi obblighi che ci siamo imposti”.