La Jomi Salerno vince la 28esima edizione della Coppa Italia. La formazione salernitana entra di diritto nella storia sollevando per la quinta volta nella storia societaria l’ambito trofeo. La bacheca di Salerno si arricchisce: è il secondo trofeo portato a casa in stagione dal sodalizio del Presidente, Mario Pisapia, dopo la Supercoppa conquistata a dicembre battendo in finale Oderzo. Soddisfatto il tecnico Dragan Rajic che commenta così… “La Leonessa Brescia ci ha messo in difficoltà in modo particolare con i tiri da fuori, complimenti alla formazione allenata da Gaspare Scalia che si è mostrato avversario onorevole e ci ha fatto sudare. Sono felice per la conquista della Coppa Italia, nel corso della gara siamo riusciti a mettere a punto il nostro sistema difensivo ed abbiamo portato a casa l’ambito trofeo. Abbiamo vinto perché ci abbiamo creduto, con la testa ed una buona dose di pazienza alla fine abbiamo portato a casa il risultato”. Grande gioia anche per il capitano Antonella Coppola che afferma: “Siamo soddisfatte, volevamo portare a casa la Coppa Italia ed alla fine siamo riuscite a centrare l’obiettivo. Nel corso della Final8 è venuto fuori il nostro grande gruppo, le avversarie hanno provato a metterci in difficoltà, noi abbiamo giocato sempre di squadra ed alla fine i risultati ci hanno dato ragione. Complimenti anche alla Leonessa Brescia che ha provato a metterci in difficoltà ed opporsi con tutte le sue forze. Abbiamo festeggiato, ora però c’è il campionato che incombe, dobbiamo subito tornare al lavoro in vista della sfida in programma sabato alla Palestra Caporale Maggiore Palumbo”. Infine il presidente Mario Pisapia: “Complimenti alle ragazze. La nostra bacheca si arricchisce di un nuovo trofeo. Ora però non dobbiamo abbassare la guardia, c’è il campionato che incombe. Sabato ci attende la sfida casalinga contro Casalgrande Padana, bisogna rimettersi subito al lavoro. Infine – conclude lo stesso presidente Mario Pisapia – a nome mio personale, di tutta la società, dello staff tecnico e dirigenziale nonché dell’intero parco giocatrici, permettetemi di mandare un forte abbraccio al nostro ex portiere Monika Prunster colpita da un grave lutto per la perdita del caro papà”